COME ORGANIZZARE IL FRIGORIFERO

L’organizzazione del frigorifero è spesso sottovalutata, nonostante la corretta disposizione interna ci permette di evitare sprechi e allungare la conservazione dei cibi freschi.

Infatti, non sfruttare le posizioni corrette, porta ad accelerare il processo di deterioramento degli alimenti.

Ogni ripiano e ogni scomparto del frigorifero hanno una determinata temperatura, adatta alla

conservazione delle diverse tipologie di cibo. Generalmente i ripiani più in basso sono quelli più freddi mentre, man mano che ci avviciniamo ai ripiani superiori, i gradi si alzano (è importante controllare il libretto di istruzioni del nostro frigorifero perché potrebbe avere una temperatura inversa, con i ripiani più freddi in alto).

○ Ripiani superiori

I ripiani superiori, meno freddi, sono indicati per la conservazione dei LATTICINI (latte, yogurt, panna e i formaggi stagionati).

○ Ripiani centrali

I ripiani centrali, in cui la temperatura si abbassa, sono adatti per SALSE, FORMAGGI FRESCHI, ALIMENTI COTTI, ALIMENTI CHE VANNO CONSERVATI IN FRIGORIFERO DOPO L’APERTURA, UOVA (da tenere all’interno della loro confezione).

○ Ripiani inferiori

Sono i ripiani più freddi e ospitano AFFETTATI, CARNE E PESCE CRUDI.

Cassetti

I cassetti sono la zona che, nonostante la loro posizione, hanno una temperatura più alta (mantenuta grazie alla protezione della struttura del cassetto) che è indicata per conservare la frutta e la verdura, da posizionare separatamente per evitare che alcuni frutti a contatto con le verdure possano accelerarne la maturazione.

Sportello

Lo sportello è il punto più caldo e quello più soggetto a sbalzi di temperatura (quante volte apriamo il frigorifero?!) ed è adatto per conservare BEVANDE, SUCCHI DI FRUTTA, BURRO (nell’apposito contenitore) e CONDIMENTI.

Oltre alle posizioni, ricordiamoci anche di non riempire troppo il frigorifero per evitare di ostacolare la circolazione dell’aria all’ interno e causare possibili danneggiamenti al suo funzionamento e di impostare una temperatura di circa 4°.

Per finire, è importante ricordare quali alimenti NON vanno conservati in frigorifero, perché perderebbero alcune delle loro proprietà: pomodori, banane, patate, cipolle, aglio, caffè.
Voi utilizzate la stessa organizzazione o ne seguite una diversa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *