CAMBIO DI STAGIONE FACILE

Solitamente il cambio di stagione è un evento vissuto con pesantezza e non come opportunità, cosa che in realtà è.

Pianificare il momento giusto e organizzare il cambio di stagione in modo semplice e funzionale, ci permette di gestirlo senza improvvisare, evitando il rischio di non portare a termine l’attività o concluderla in maniera approssimativa, pur di finire in fretta.

Ho riunito pochi e semplici passaggi da seguire, per riuscire a raggiungere il nostro obiettivo e avere finalmente un armadio che sia un nostro alleato.

Pianificare

Definire il momento giusto e prendersi il tempo necessario per concludere il lavoro nel giro di uno o due giorni (senza imbucare il cambio di stagione in quelle due o tre ore libere durante il weekend, spesso insufficienti) ci mette nella condizione di non rimandare e di portare a termine il nostro obiettivo.

Svuotare

Liberiamo (e puliamo) totalmente il nostro armadio e tutti gli spazi che abbiamo destinato al nostro guardaroba, posizionandoli tutti sul letto; questo passaggio è fondamentale sia per poter visualizzare lo spazio libero nella sua totalità, che per renderci conto delle quantità che abbiamo accumulato.

Suddividere in categorie

Nello stesso momento in cui svuotiamo gli spazi, approfittiamone per suddividere i capi in categorie, questo ci farà risparmiare tempo e saremo pronti per il passaggio successivo.

Suddividere in categorie è una cosa naturale, che facciamo spontaneamente e da sempre, significa riunire gli oggetti o i capi (in questo caso) della stessa tipologia o con stessa funzione, per riuscire a trovarli quando ci servono.

Le categorie possono essere adattate in base alle nostre esigenze (per esempio pantaloni, maglioni, camicie, maglie a  manica lunga, t-shirt, canotte, gonne, abiti, capi spalla).

Selezionare

A questo punto passiamo in rassegna ogni categoria e selezioniamo i capi che utilizziamo, lasciando andare ciò che invece non apprezziamo o non ci rappresenta più. Non dobbiamo pensare che lasciare andare qualcosa, significhi buttarla tra i rifiuti! Possiamo scegliere di destinare i capi che non vogliamo più, per esempio alle donazioni e alla vendita.

Organizzare

Quando abbiamo selezionato i capi che abbiamo deciso di tenere, organizziamoli in modo opportuno, prediligendo le zone comode per tutto ciò che usiamo frequentemente, e quelle difficilmente raggiungibili (ripiani alti, letto contenitore) per ciò che invece, usiamo raramente (come i capi fuori stagione). Inoltre possiamo servirci di supporti organizzativi, reperibili nei negozi di arredamento o online, che ci aiutino a mantenere in ordine il nostro armadio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *