Come organizzare un trasloco step by step

Come organizzare un trasloco step by step

Il trasloco può essere una delle esperienze più stressanti della vita.

Si tratta di un momento di grande cambiamento, che spesso arriva carico di emozioni, attività da gestire e decisioni da prendere, soprattutto quando decidiamo di fare tutto da soli.

Che si tratti di un trasferimento in una nuova città o di un cambio di abitazione nella stessa zona, l’organizzazione può fare la differenza tra un’esperienza caotica e una transizione più lineare. 



Tutti i miei consigli per traslocare

Anch’io sono alle prese con il mio trasloco, ques’estate entrerò finalmente nella casa nuova e alterno entusiasmo, fatica mentale e fisica e momenti di grande produttività. 

Proprio per questo ci tengo a condividere con te alcuni spunti organizzativi che mi stanno aiutando a vivere questo momento senza farmi prendere dall’ansia. 

 

In questo articolo ti mostrerò alcune strategie testate per affrontare al meglio ogni fase del trasloco: dalla preparazione, alla scelta e imballaggio degli scatoloni, fino alla gestione del post-trasloco. Troverai anche tanti accessori che mi stanno aiutando a organizzare ogni momento al meglio. 

 

Il mio obiettivo è presentarti un approccio organizzato, ma flessibile e in linea con le tue esigenze per trasformare questa esperienza potenzialmente travolgente in un processo gestibile, efficiente e forse persino piacevole.

Iniziamo?


Pre-trasloco: tra organizzazione e decluttering

La fase di pre-trasloco è fondamentale per garantire che tutto avvenga nel modo più fluido possibile. Entrare nell’ottica del trasloco significa, in primo luogo, adottare una mentalità mirata all’essenzialità: è il momento di evitare acquisti inutili

Questo non riguarda solo i vestiti e gli oggetti per la casa, ma anche gli alimenti, considerando che il frigorifero andrebbe sbrinato nei due giorni precedenti il trasloco.

Inoltre, in questa fase gioca un ruolo chiave anche il decluttering, l’arte di eliminare il superfluo. È essenziale fare una selezione critica degli oggetti e portare con sé solo ciò che è realmente necessario e che vorremmo rivedere nella nuova casa. 

 

Giocare d’anticipo permette di ridurre significativamente il carico di lavoro negli ultimi giorni prima del trasloco. Puoi iniziare a inscatolare con calma gli oggetti che non utilizzi quotidianamente, ad esempio i vestiti non stagionali e le decorazioni, e riporli in scatoloni negli ambienti meno utilizzati di casa, come la cantina, il garage o il ripostiglio.

In questo modo suddividerai il carico di lavoro in diverse settimane, avrai la casa sempre più libera, ma senza occupare gli spazi che vivi tutti i giorni.


 

Come scegliere gli scatoloni giusti

La scelta degli scatoloni è una tappa cruciale nella preparazione del trasloco. 

Optare per scatoloni di cartone, disponibili in quantità abbondante, è la scelta più saggia: sono resistenti, facilmente impilabili e riciclabili. Puoi chiedere a negozi locali di tenere da parte per te scatoloni in disuso, contribuendo così alla riduzione dello spreco oppure, se non hai alternative, acquistarli su Amazon o da Ikea.

 

Ti consiglio di scegliere scatoloni piccoli per oggetti piccoli e fragili, che necessitano di maggiore attenzione; scatoloni medi per gli alimenti, i detersivi e i vestiti e scatoloni grandi per oggetti ingombranti ma leggeri, come piumoni o alcuni elettrodomestici. 

 

Ecco una check-list pratica per prepararti all’imballaggio degli scatoloni: 

  • Fai una stima degli scatoloni necessari e poi raddoppiala: meglio abbondare che trovarsi a corto di spazio. 
  • Rinforza la base di ogni scatolone con del nastro adesivo resistente per evitare spiacevoli incidenti durante il trasporto.
  • Classifica tutti gli oggetti da imballare su un quaderno o in formato digitale
  • Assegna un colore specifico a ogni ambiente della casa e un numero o una lettera a ogni categoria di oggetti per riconoscere facilmente il contenuto degli scatoloni 
  • Conserva giornali o riviste per avvolgere gli oggetti fragili
  • Utilizza un trolley con le ruote per i libri, che sono notoriamente pesanti, per preservare le energie e la tua schiena.

 

Infine, assicurati di avere tutto il necessario per l’imballaggio a portata di mano. 

Oltre agli scatoloni, procurati: 

  • Nastro adesivo resistente
  • Taglierino per aprire facilmente le scatole
  • Pennarelli a punta grossa per le etichette
  • Adesivi colorati per la classificazione
  • Etichette per i cavi elettrici

 

Con questi accorgimenti, la preparazione degli scatoloni diventerà meno lunga e faticosa.

Ora siamo pronti a entrare nel vivo del nostro trasloco. 


Come preparare gli scatoloni in modo efficace

È il momento di preparare gli scatoloni!

Farsi prendere dall’ansia è facile, ma con qualche accorgimento trasformerai anche questo momento in un’occasione per fare ordine e prendere consapevolezza di ciò che porterai nella casa nuova. 

 

Per cominciare, è importante sapere cosa non inscatolare fino all’ultimo momento: 

  • Documenti importanti per la casa
  • Prodotti di necessità quotidiana
  • Cassetta degli attrezzi
  • Kit di primo soccorso
  • Kit della prima notte, che include lenzuola, cambio d’abiti, pigiama, asciugamani, carta igienica e l’essenziale che può servirti il primo giorno nella casa nuova

 

Ti consiglio di lasciare qualche valigia o scatola vuota per poter inserire questi oggetti e qualsiasi altra cosa di cui potresti aver bisogno all’ultimo momento.

Di seguito ti condivido alcuni consigli pratici che mi stanno aiutando tantissimo nell’imballaggio degli scatoloni: 

  • Metti gli oggetti più pesanti alla base e assicurati di non lasciare spazi vuoti al loro interno per evitare che gli oggetti si muovano e si danneggino durante il trasporto
  • Sigilla bene i flaconi, sia aperti che chiusi, per prevenire perdite
  • Etichetta accuratamente i cavi elettrici per abbinarli facilmente al device corrispondente
  • Per quanto riguarda l’abbigliamento appeso, ti consiglio di utilizzare scatole baule per i capi più delicati e sacchi in plastica per gli altri
  • Se mantieni gli arredi della casa attuale anche nella nuova, i cassetti possono essere estratti così come sono e coperti con un lenzuolo per mantenerne il contenuto in ordine
  • Organizza gli scatoloni per categoria per facilitare sia il trasloco sia la sistemazione degli oggetti nella casa nuova
  • Per gli oggetti ingombranti, come cuscini, piumoni e giacche invernali, puoi utilizzare buste sottovuoto.

Con questi accorgimenti, la preparazione degli scatoloni diventerà un processo più semplice e ogni oggetto, grande o piccolo che sia, giungerà a destinazione in perfette condizioni.


Post-trasloco: come organizzare gli oggetti nella nuova casa

Sei finalmente arrivata nella nuova casa, l’entusiasmo è alle stelle e non vedi l’ora di conoscere e personalizzare il tuo nuovo spazio. 

Ma resta l’ultima incombenza: svuotare gli scatoloni e sistemare gli oggetti in modo funzionale, secondo i tuoi gusti, i tuoi spazi e le tue necessità. 

 

So che la tentazione di pulire tutto a fondo è forte, ma ti consiglio di mettere a fuoco le priorità e di non lasciarti sopraffare dalle pulizie di dettagli non rilevanti. In questo momento, l’obiettivo primario è igienizzare gli spazi più abitati come la cucina, il bagno e i pavimenti, per rendere la casa immediatamente vivibile e accogliente.

Per organizzare le tue pulizie al meglio, ti consiglio di leggere questo articolo

Una volta igienizzati questi spazi chiave, puoi posizionare gli scatoloni nelle stanze corrispondenti per procedere in modo ordinato e sistematico. Se non avessi abbastanza spazio, puoi concentrare tutti gli scatoloni nella stanza meno utilizzata, evitando così di disseminare scatole ovunque che potrebbero creare confusione e disordine.

 

Ora puoi aprire gli scatoloni: procedi seguendo un piano per dedicarti prima agli oggetti e agli spazi di cui hai bisogno subito. È naturale che, durante le fasi iniziali, alcuni oggetti restino negli scatoloni. In questo caso, l’ideale è unificarli in uno scatolone solo, facendo attenzione a segnare chiaramente cosa contiene. 

 

Spero che questi consigli siano stati utili per gestire il trasloco in modo più efficace e consapevole. Se hai voglia di raccontarmi come sta andando ti leggo su Instagram. 



Articoli correlati

Cambio di stagione smart grazie a un armadio organizzato

Aprile significa solo una cosa: cambio di stagione! C’è chi…

Pulizie di primavera: tra organizzazione e voglia di fare spazio al nuovo

Le giornate si allungano, arrivano i primi tepori, l’inverno sembra…

Come creare uno spazio accogliente e ordinato per le giornate invernali

Dopo l’energia e il movimento delle feste, febbraio è il…

Decluttering post feste: inizia l’anno con leggerezza

Le festività natalizie sono un periodo meraviglioso, ricco di gioia,…

Natale senza stress: come arrivare preparati tra regali, menu e organizzazione della casa

Natale si avvicina. Contrariamente a quanto si possa pensare, questo…

Black Friday: le 5 domande da porsi per evitare acquisti inutili

Oggi voglio parlarti di un argomento che mi sta particolarmente…

Cambio di stagione: 5 accessori indispensabili, versatili e funzionali

L’autunno è arrivato e, oltre alla sua atmosfera un po’…

Come pianificare le vacanze: itinerario in Francia di due settimane

Questo è un articolo un po’ diverso, in cui ci…

5 TRUCCHI PER PREPARARE UNA VALIGIA ORGANIZZATA

Siamo a fine luglio, probabilmente anche tu sei alle prese…
Organizer per armadio

COSA FA E COME LAVORA UNA PROFESSIONAL ORGANIZER?

Scopri la mia professione, esplorando anche le pratiche di Decluttering…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Stai cercando una Professional Organizer?

CONTATTAMI

Regala
una consulenza

CHIEDI INFORMAZIONI

newsletter

Iscriviti alla Newsletter, per te una guida in omaggio

Resta sempre aggiornato: riceverai tips e curiosità ogni mese per tenere organizzata la tua casa, oltre ad un’utile guida in omaggio.